“È incredibile come tutti i sovrani, i cavalieri e i reggenti in tutta la Germania siano stati presi da tale sconforto e avvilimento, da lasciar espugnare un castello inespugnabile da dieci contadinelli senza armatura. – Ma dopo, la situazione s’invertì, cosicché un solo cavaliere poté catturare dieci contadini.”
Friedrich Myconius (1490-1546)
Con queste parole il predicatore e riformatore Friedrich Myconius (1490-1546) di Gotha descrisse con sguardo retrospettivo gli avvenimenti turbolenti della primavera 1525. Egli riassunse così l’incomprensione di tanti coetanei riguardo a un mondo, che sembrava crollare dalle fondamenta. Il motivo di tutto ciò furono le numerose insurrezioni, che avevano fatto trattenere il fiato ai nobili e ai rappresentanti ecclesiali, soprattutto nel sudovest e nel centro della Germania. Richiamandosi agli scritti dei nuovi predicatori evangelici, si sviluppò ben presto, da dichiarazioni regionali, che racchiudevano un malcontento di tipo giuridico-sociale, un incendio esteso. I motivi della rivolta differivano da regione a regione così come l’origine sociale degl’insorti. Nonostante ciò furono queste insurrezioni a diventare il primo movimento liberale della storia tedesca.
Fino a un passato recente, la guerra dei contadini subì le più varie interpretazioni e strumentalizzazioni motivate soprattutto politicamente. La Turingia non fu solo il teatro di una svolta decisiva della rivolta, ma anche il luogo finale delle attività del riformatore radicale Thomas Müntzer. Per questi motivi il governo regionale della Turingia ha deciso di cogliere il 500° anniversario della guerra dei contadini in Germania per allestire a Mühlhausen e a Bad Frankenhausen la mostra regionale della Turingia nel 2025.

Luoghi d’esposizione

Mühlhausen

Museo della Guerra dei contadini Kornmarktkirche

Museo della Guerra dei contadini Kornmarktkirche
L’ex chiesa conventuale “St. Crucis” fa parte delle più importanti chiese degli ordini mendicanti di tutta la Germania che si sono conservate fino ad oggi. Impressiona per la semplice architettura caratterizzata da misura e proporzione. La chiesa, profanata nel 1802, viene utilizzata dal 1975 come museo e come luogo di concerti e congressi. Attualmente, la mostra permanente, ideata nel 2016, “Luthers ungeliebte Brüder” (“I fratelli non amati di Lutero”), informa sul tempo precedente la riforma e sul primo periodo della riforma stessa, così come sulla guerra dei contadini in Turingia. La cripta della chiesa ospita oggi un’area d’esposizione, mostrando la storia, che ha conosciuto momenti e vicende diverse, della costruzione e della ristrutturazione dell’ex chiesa. Inoltre, un giardino conventuale nell’area esterna, allestito secondo le idee dell’erudito medievale Alberto Magno, nonché un lapidario con elementi costruttivi di edifici storici invitano a soffermarsi per un po’.
Museo della Guerra dei contadini Kornmarktkirche
Kornmarkt
99974 Mühlhausen
Accedi al pianificatore di rotta
Ulteriori informazioni
Museo della Guerra dei contadini Kornmarktkirche
Mühlhausen

Museo di Santa Maria | Memoriale di Müntzer

Museo di Santa Maria | Memoriale di Müntzer
L’imponente chiesa di Mühlhausen dedicata a Maria con il campanile più alto della Turingia è visibile ben oltre i confini della città. Come monumento architettonico e storico, monumento commemorativo di Thomas Müntzer, sala concerti nonché luogo d’incontro con religione e cultura, la chiesa St. Marien è collegata strettamente con la sorte della città e dei suoi cittadini. I luoghi d’esposizione, in questo edificio secolarizzato nel 1975 e usato da allora come museo, offrono una vasta scelta. Nell’ambito della esposizione attuale “Von Einhörnern und Drachentötern” (“Degli unicorni e uccisori di draghi”), che fa riferimento all’arte medievale della Turingia, si possono vedere nelle navate laterali della chiesa altari e sculture di gran valore. Al riformatore radicale ed ex predicatore della “Marienkirche”, Thomas Müntzer, è dedicato un reparto proprio nelle cappelle. Il museo del campanile (“Turmmuseum”) informa sulla storia della costruzione e ristrutturazione della imponente chiesa.
Museo di Santa Maria | Memoriale di Müntzer
Bei der Marienkirche
99974 Mühlhausen
Accedi al pianificatore di rotta
Ulteriori informazioni
Museo di Santa Maria | Memoriale di Müntzer
Mühlhausen

Museo
storico-culturale

Museo 
storico-culturale
La casa principale dei musei di Mühlhausen fu costruita tra il 1868 e il 1870 originariamente come ginnasio in stile neo-rinascimentale. Con la fondazione di un museo di storia e cultura locale nel 1928 l’edificio nei pressi del “Lindenbühl” viene usato soprattutto come museo. Dopo un ampio rimodernamento nel 2013, la casa riaprì come Museo storico-culturale (“Kulturhistorisches Museum”). Le mostre permanenti progettate con nuovi criteri, espongono attualmente i pezzi più importanti della collezione pre- e protostorica del distretto Unstrut-Hainich, della storia cittadina nonché dell’arte della Turingia del 20° secolo. Alla trasformazione in museo si aggiungono progetti didattici museali moderni con stazioni d’ascolto e di partecipazione per scoprire, toccare e divertirsi.
Museo storico-culturale
Kristanplatz 7
99974 Mühlhausen
Accedi al pianificatore di rotta
Ulteriori informazioni
Museo 
storico-culturale
Bad Frankenhausen

Panorama
Museum

Panorama 
Museum
Sopra la città di Bad Frankenhausen troneggia il “Panorama Museum”, un edificio cilindrico che racchiude un dipinto imponente alto 14 metri e con una estensione di 123 metri: il dipinto panoramico “La rivoluzione protocivile in Germania” (“Frühbürgerliche Revolution in Deutschland”), effettuato con olio su tela da Werner Tübke dal 1983 fino al 1987. La monumentale opera d´arte con più di 3.000 figure singole fa parte dei dipinti più grandi e più ricchi di illustrazioni della storia dell’arte recente e offre un panorama pieno di vita del 16° secolo.
Panorama Museum
Am Schlachtberg 9
06567 Bad Frankenhausen
Accedi al pianificatore di rotta
Ulteriori informazioni
Panorama 
Museum

Comitato scientifico

Prof. Dr. Joachim Bauer

Professore all’istituto storico ed ex direttore dell’archivio universitario dell’università Friedrich-Schiller di Jena

Prof. Dr. Werner Greiling

Professore di storia moderna nonché storia mediale e della comunicazione presso l’università Friedrich-Schiller di Jena; presidente della commissione storica per la Turingia

PD Dr. Ota Halama

Collaboratore scientifico alla cattedra per Storia della Chiesa presso l’università Carolina di Praga

Prof. Dr. Dr. h.c. mult. Thomas Kaufmann

Professore di storia della Chiesa presso l’università Georg-August di Gottinga; presidente dell’associazione per la storia della riforma

PD Dr. Stefanie Knöll

Presidente della raccolta calcografica della collezione di opere d’arte „Veste Coburg“; docente privata per storia dell’arte presso l’università Friedrich-Alexander di Erlangen-Norimberga

Col. di stato maggiore Prof. Dr. Matthias Rogg

Accademia dirigenziale delle forze armate tedesche d’Amburgo, professore di storia moderna presso l’università Helmut-Schmidt/università della „Bundeswehr“ Amburgo

Prof. Dr. Stefan Sonderegger

Professore di Storia Medievale presso l’università di Zurigo; capo progetto presso l’archivio comunale di St. Gallen

Dr. Evelien Timpener

Collaboratrice scientifica all’istituto storico presso l’università Justus-Liebig di Gießen

Prof. Dr. Siegrid Westphal

Professoressa di Storia Moderna presso l’università di Osnabrück

PD Dr. Ingrid Würth

Professoressa supplente per Storia Medievale presso l’università di Lipsia

Persone di riferimento

Dr. Thomas T. Müller

Direttore dei Musei di Mühlhausen
+49 (0)3601 85660
Dr. Thomas T. Müller

Dr. Julia Mandry

Coordinatrice scientifica dell’esposizione regionale della Turingia 2025
+49 (0)3601 856622
Dr. Julia Mandry

Gerd Lindner

Direttore “Panorama Museum” Bad Frankenhausen
+49 (0)34671 61910
Gerd Lindner
Design & Code ❤ zwetschke